Crea sito

Bussoleno, sulle famiglie sfollate interviene la consigliera Batzella Molti degli sfollati sono anziani e questa condizione di precarietà, che dura da oltre sei mesi

Bussoleno, il Municipio

BUSSOLENO –  “Mi sono appena confrontata con l’assessore regionale alla Protezione civile, Alberto Valmaggia, sulla situazione delle 12 famiglie di Bussoleno ancora sfollate dopo la frana dello scorso 7 giugno. Mi ha assicurato che entro la fine del mese le incontrerà insieme all’amministrazione comunale per dare loro risposte certe sui tempi di conclusione dei lavori e, quindi, del loro rientro a casa”. Lo afferma Stefania Batzella, consigliera regionale, che dal giorno della frana, avvenuta lo scorso 7 giugno, ha sempre seguito da vicino l’evolversi della situazione. Nei momenti successivi alla colata di fango si era recata sul posto per effettuare un sopralluogo insieme a Valmaggia e alla Protezione civile ed era stata accanto all’amministrazione comunale durante l’emergenza.

Le famiglie sfollate – spiega Batzella – ieri sono andate in Comune a Bussoleno per incontrare il sindaco e manifestare la volontà di parlare con il presidente della Regione e con Valmaggia affinché si faccia chiarezza sui tempi e sui modi per un ritorno a casa. Molti degli sfollati sono anziani e questa condizione di precarietà, che dura da oltre sei mesi, è difficile da sostenere e causa loro molti disagi. Si sentono abbandonati. Hanno il diritto di sapere se e quando potranno rientrare nelle loro abitazioni e riprendere, così, la loro vita quotidiana. Per queste ragioni ho sollecitato l’assessore affinché i lavori necessari alla messa in sicurezza della ‘zona rossa’ si svolgano nel più breve tempo possibile e lui mi ha assicurato che sta seguendo attentamente la situazione. Sarò presente anche io all’incontro annunciato per la fine del mese e mi auguro davvero che in quella occasione le famiglie potranno avere risposte certe”.