Crea sito

Avigliana ospita l’assemblea regionale dei presidenti dei donatori di sangue della Fidas In Piemonte sono 55 mila i donatori di sangue della Fidas

AVIGLIANA – Si svolgerà sabato 24 novembre presso il Teatro Fassino l’Assemblea Ordinaria dei Presidenti Fidas. Si tratta di una delle due occasioni annuali in cui tutti i responsabili associativi dell’Associazione Donatori di Sangue Piemonte Fidas si riuniscono per discutere sull’andamento dell’associazione e su quanto succede nel mondo del sistema trasfusionale italiano. La Fidas è infatti un’associazione di volontariato che ha lo scopo di promuovere e diffondere la cultura della donazione di sangue nonché di occuparsi della raccolta degli emocomponenti attraverso gli oltre 130 punti di prelievo sparsi sul territorio piemontese.

Grazie all’attività di più di 1400 volontari ma soprattutto grazie alla generosità e l’altruismo dei 55.000 donatori, l’ADSP fornisce annualmente alla Banca del Sangue di Torino quasi 40000 sacche di emocomponenti (tra sangue intero, piastrine e plasma) che sono distribuite alle aziende sanitarie ad essa collegate, prima fra tutte l’ospedale Molinette di Torino. “Il nostro operato è fondamentale per il sistema sanitario. Senza sangue ed emocomponenti si fermerebbero molti tipi di operazioni salvavita ma soprattutto metteremo a rischio la vita di malati, come ad esempio i talassemici, che posso sopravvivere solamente grazie a trasfusioni periodiche e continuative di sangue” spiega Enzo Turano, responsabile Fidas Adsp Zona 5 che comprende la Val di Susa, Val Sangone e cintura ovest di Torino.

Turano inoltre non nasconde la soddisfazione per aver portato l’assemblea ad Avigliana: “È la prima volta che l’assemblea si svolge in Zona 5 e solamente la seconda volta nella storia dell’associazione che questa avviene al di fuori della città di Torino. Il Presidente Borsetti aveva espresso il desiderio di rendere l’evento itinerante ed io, grazie alla preziosa collaborazione del presidente della sezione locale Giovanni Imbalzano, ho subito proposto Avigliana, candidatura che è stata accolta favorevolmente da tutto il consiglio direttivo. Ritengo sia un’importante opportunità per la città e per tutta la zona perché da una parte è l’occasione per promuovere la donazione di sangue e la nostra associazione ma allo stesso stesso tempo è anche un modo per fare conoscere il nostro territorio alle numerose persone che arriveranno quel giorno da tutto il Piemonte”.

Nei giorni a cavallo della manifestazione alcuni esercizi commerciali che aderiranno al progetto allestiranno la loro vetrina a tema Fidas e della donazione di sangue. “Anche se l’assemblea è riservata ad i soli responsabili associativi” – aggiunge Turano – “ci tenevamo a informare i cittadini di Avigliana che nel loro paese è in programma qualcosa di importante nel panorama del terzo settore e abbiamo pensato di farlo in questo modo: una maniera semplice e simpatica che possa però offrire uno spunto di riflessione sull’importante tema della donazione del sangue. Un grande ringraziamento va all’associazione commercianti e soprattutto all’amministrazione comunale che è venuta incontro alle nostre richieste e ha da subito sostenuto l’evento”.