Crea sito

Avigliana, il riuso vince e rilancia triplicando gli spazi Sabato 3 novembre l'inaugurazione della nuova sede in corso Torino 116

AVIGLIANA – Dopo un anno e mezzo di funzionamento all’interno dei locali dell’Azienda Il Seguire, in via Caduti della Polveriera 20, l’Amministrazione comunale cambia la sede di AviglianaRiusa triplicando lo spazio a disposizione e avvicinandola al centro cittadino. Sabato 3 novembre ci sarà infatti l’inaugurazione della nuova sede in corso Torino 116 (all’interno del cortile) in un magazzino che il gruppo degli Ecovolontari ha rimesso a posto a tempo di record per non interrompere la solita cadenza mensile di apertura del Centro (che finora ha sempre aperto dalle 10 alle 12 dei primi due sabati di ogni mese).

Prolungarne la vita prima che finiscano allo smaltimento

Seguendo le raccomandazioni per la riduzione dei rifiuti, il Centro comunale del riuso è nato con la finalità di permettere ai cittadini di riutilizzare beni usati funzionanti e in buono stato. Il Centro è stato gestito finora dal solo gruppo comunale degli Ecovolontari per diffondere la cultura del riuso dei beni, prolungarne la vita prima che finiscano allo smaltimento, promuovere la tutela ambientale e la solidarietà sociale. Le tipologie dei beni che possono essere conferite sono le seguenti: abiti, accessori di abbigliamento e biancheria per la casa; apparecchiature elettriche ed elettroniche a uso domestico (no grandi bianchi); articoli e accessori per l’infanzia; attrezzature per lavori domestici, bricolage e giardinaggio; attrezzature sportive; giochi e oggetti di svago; suppellettili e oggettistica casa; stoviglie e casalinghi.

Per oggetti più ingombranti come i mobili, che richiederebbero troppo spazio per l’esposizione, basta mandare invece qualche fotografia all’e-mail [email protected]. Sarà così possibile contattare direttamente il proprietario per visionarli e ritirarli. Qualsiasi cittadino, impresa o ente può offrire o prendere gratuitamente beni funzionanti andando alla nuova sede di AviglianaRiusa secondo le regole definite nel disciplinare consultabile al Centro oppure online sulla pagina Facebook AviglianaRiusa o www.aviglianariusa.it. In 17 mesi di funzionamento, con più di 260 utenti di tutta la valle iscritti, si sono scambiate 4,6 tonnellate di oggetti, che sono stati riutilizzati anziché finire all’Ecocentro. Per agevolare ulteriormente gli scambi, da gennaio si prevede di aumentare il numero delle aperture e di avvalersi eventualmente anche di altre collaborazioni.