Crea sito

Avigliana il Comitato Biblioteca scrive: “Il sindaco Archinà non vuole più occuparsi di cultura in prima persona” "Il degrado il Centro Storico e la vergognosa situazione del Museo del Dinamitificio sono da esempio"

Avigliana, la Biblioteca

AVIGLIANA – Non si è ancora fermata la battaglia del Comitato Biblioteca di Avigliana che in un comunicato scrive: “Cari sostenitori e amanti della cultura e del libro, a distanza di quasi 50 giorni dalla presentazione della petizione contro l’esternalizzazione dei servizi della Biblioteca Primo Levi di Avigliana, supportata da più di 200 firme”.

L’amministrazione non vuole più occuparsi di cultura in prima persona

Nicoletta Molinero a nome del Comitato lancia una dura accusa al sindaco Archinà. “Dobbiamo constatare che i temi della cultura, della partecipazione democratica e dell’ascolto dei cittadini non sono prioritari per questa amministrazione. Infatti non abbiamo ricevuto nessuna riposta, nessun riscontro alla nostra istanza. Addirittura sul volantino propagandistico diffuso dal comune pare che abbiano “scongiurato una privatizzazione” salvando la biblioteca affidando a una coop esterna, di Susa, i servizi“.

Il Comitato afferma infine: “Affermiamo dunque pubblicamente che l’amministrazione non vuole più occuparsi di cultura in prima persona, sarebbe sufficiente vedere il degrado del Centro Storico e la vergognosa situazione del Museo del Dinamitificio, che verrà affidato per le visite addirittura a una ditta di Mondovì. Che l’amministrazione di Avigliana delega ai privati i servizi che ritiene rilevanti per la cittadinanza cioè: cultura, formazione permanente, conservazione del patrimonio culturale popolare”. il comunicato di conclude con un affondo. “Non vi preoccupate tanto avremo un Mc Donald’s che si occuperà di aggregare i nostri giovani nel nuovo centro commerciale, come ha detto il sindaco Archinà“.