Crea sito

Avigliana: continua il calvario delle quattro donne che hanno perso la vista da un occhio a seguito di un intervento di cataratta L'avvocato Mauro Carena, legale delle donne:" Le quattro donne hanno perso l'occhio e in alcuni casi rischiato la vita"

Avigliana, il Polo Sanitario

AVIGLIANA – L’episodio risale a maggio 2017, quando quattro donne, operate di cataratta dall’equipe del Dottor Fusi nell’ambulatorio della’Asl To3 di Avigliana, hanno contratto l’ endoftalmite acuta post- operatoria, diagnosticata all’ospedale oftalmico dove si erano recate per successive gravi difficoltà visive accompagnate da dolori e nausea.

La conseguente perdita di vista da un occhio aveva portato le quattro donne a rivolgersi all’avvocato Mauro Carena, che aveva subito predisposto la denuncia a seguito del quale il medico Luigi Fusi era stato indagato per sospetta violazione delle procedure sanitarie durante gli interventi e omissione  di somministrazione di corrette terapie antibiotiche.

Durante le indagini dall’esame delle cartelle e dagli accertamenti degli investigatori erano state ravvisate carenze organizzative e violazioni nelle procedure igienico sanitarie durante gli interventi, è inoltre emerso un nuovo elemento: pare che le pazienti abbiano pagato interventi e prestazioni che in realtà dovevano essere convenzionati, i Nas hanno pertanto sequestrato le cartelle cliniche dell’ambulatorio che è stato conseguentemente chiuso.

L’ avvocato Carena commenta : “ Le quattro donne hanno perso l’occhio e in alcuni casi rischiato la vita e nei prossimi giorni dovranno andare fino a Parma per essere sottoposte alla visita del consulente tecnico nominato dal giudice civile“.