Crea sito

Dopo l’assenza di tutta l’amministrazione al Consiglio le opposizioni chiedono le dimissioni di Giacone I capi gruppo presenti chiederanno un Consiglio Comunale di domenica alle 9 del mattino

Giaveno, le opposizioni in Consiglio Comunale

GIAVENO – Un malato, una assente perchè in ferie e tutta la minoranza da attendere un’ora, tra lo sconcerto dei giavenesi nel pubblico, che qualcuno dell’amministrazione arrivasse in Consiglio Comunale. Più passavano i minuti e più il clima all’interno della sala di Palazzo Asteggiano si è fatta pesante. Oggi Carlo Giacone e i suoi consiglieri hanno dato forfait, e con una nota, hanno spiegato la loro posizione. Aimè c’è davvero poco da spiegare: la notizia è che l’amministrazione ha prima convocato il Consiglio Comunale poi non si è presentata.

Giacone deve dimettersi subito

Dai banchi dell’opposizione, tre gruppi, che di fatto con il passaggio dei alcuni consiglieri, è maggioranza è una pioggia di critiche. “Dopo il secondo rinvio la maggioranza con a capo il sindaco di Giaveno Carlo Giacone si sbriciola e diserta il Consiglio. Le liste che hanno sostenuto Giacone verso la debacle. Due consiglieri si erano dimessi, sei hanno restituito le deleghe altri quattro consiglieri hanno costituito gruppi, abbandonando la maggioranza e transitando all’opposizione – dicono Tizzani, Ruffino e Mellano – emerge chiara la difficoltà del Sindaco a gestire l’ormai sparuto gruppo di maggioranza, composto da soli sei consiglieri. Facciamo notare che anche il capogruppo di maggioranza Marco Carbone, ha dato le dimissioni già nel 2016, dimissioni poi rientrate ma sintomo di un malessere che viene da lontano. Lo strapotere della presidente del Consiglio che è di opposizione, Vilma Beccaria che fa valere il suo voto, voto che potrebbe tenere in piedi una maggioranza che tale non è’ più perché priva di numeri. Un significato che in politica ha una sola voce per chi ha un tal problema in un Comune, dimissioni. Il Sindaco e la maggioranza hanno preso in giro loro stessi e cosa peggiore i giavenesi”.

Hanno causato ulteriori spese a carico del comune

Alessandro Cappuccio, del gruppo CambiAmo Giaveno: “Siamo veramente allibiti, senza parole. La maggioranza non si presenta in Consiglio Comunale e per di più con giustificazioni ritenute “ingiustificabili”. Si sono dimenticati, che loro sono l’amministrazione di Giaveno e che prendono un’ indennità per questo ruolo? Si comportano come minoranze non presentandosi in segno di protesta, forse perché in realtà sono coscienti che non hanno più la maggioranza. Hanno causato ulteriori spese a carico del comune (gettoni di presenza, straordinario funzionari, ecc…), oltre al non rispetto del ruolo che ricoprono. Io, personalmente, non ho chiesto permessi per il Consiglio di oggi per non gravare ulteriormente sulle casse del comune e quindi sui giavenesi, facendomi cambiare turno, creando disagi al lavoro e alzandomi alle 2 di notte per lavorare ed essere presente stasera, e loro…questo è il loro buonsenso? Se non si ha voglia o se non si ha rispetto di questo ruolo bisogna dimettersi. I capigruppo presenti hanno deciso di convocare il Consiglio Comunale domenica 29 alle 9 del mattino, questa volta si presenteranno? Le spese per la nuova convocazione ricadono sulle casse del comune o Sindaco, assessori e consiglieri metteranno mano al loro portafoglio per recuperare l’esborso ulteriore causato dal loro atteggiamento?”.