Crea sito

Alta Valsusa, i Centri Sociali bruciano un crocifisso a Claviere Un corteo la notte di Capodanno per la riapertura dello spazio a Oulx

CLAVIERE – Nella notte di Capodanno un gruppo di anarchici dei centro sociali italiani e francesi ha dato vita ad un corteo a Claviere, dove questa estate le Forze dell’Ordine avevano liberato uno spazio abusivamente occupato in parrocchia da alcuni mesi. All’origine del gesto, un crocifisso bruciato, c’è la rivendicazione da parte degli anarchici di gestire un luogo di accoglienza per profughi.

INCENDIATA UNA CROCE

Gli attivisti anarchici sono giunti da Oulx, dove è stata occupata un’ex Casa Cantoniera, e dalla Francia. I contestatori hanno sfilato con uno striscione con scritto: “La libertà non ha confini – La solidarietà non si sgombera – Chez Jesus risorgerà” sotto la sorveglianza dei Carabinieri. Terminato il corteo è iniziata una manifestazione contro il Ministro degli Interni Matteo Salvini e davanti alla chiesa parrocchiale gli anarchici hanno dato fuoco ad una croce.