Crea sito

Alpignano, si parla della riapertura della Scuola Gramsci Per questo primo lotto il Comune stanzia 510 mila euro

Alpignano, la scuola Gramsci

ALPIGNANO – Si parla della riapertura della Scuola Gramsci. L’assessore ai lavori pubblici Maurizio Morra Di Cella ha confermato al consiglio e al pubblico presente le tempistiche annunciate a giugno per la riapertura del plesso: “A settembre sono cominciati i lavori di incapsulamento dei manufatti contenenti amianto e anche le opere di adeguamento sismico”, ha dichiarato. “Visto lo stato di sempre maggior degrado e il pericolo rappresentato per la collettività, il funzionario ai lavori pubblici ha stabilito di avviare la procedura di somma urgenza, perché garantisce la corretta esecuzione dei lavori in tempi rapidi”.

Per questo primo lotto il Comune stanzia 510 mila euro: “La bonifica dell’amianto e l’adeguamento sismico si concluderanno nel mese di gennaio 2019: nel frattempo, sarà bandita l’assegnazione dei lavori che riguardano gli impianti, che inizieranno subito dopo quelli in corso e si concluderanno entro giugno, per consentire la ripresa delle attività didattiche da settembre 2019”, afferma Morra Di Cella. L’assessore ha anche assicurato che l’esecuzione dei lavori è stata affidata a una ditta altamente specializzata, che li condurrà nel pieno rispetto di tutte le norme a tutela della popolazione residente nel quartiere, in sinergia con i funzionari dell’ufficio dell’Asl che tutela la salute nei luoghi di lavoro.